DI FRONTE ALLA VIOLENZA SUI MINORI TU NON CHIUDERE GLI OCCHI

Come aderire all'iniziativa
IL PROGETTO IN DETTAGLIO

Dal 1979 l’Associazione CAF accoglie e cura in maniera specifica e professionale bambini e ragazzi allontanati dal proprio nucleo familiare a causa di gravi maltrattamenti e abusi.

Obiettivo: 2,500 €

Puoi sostenere il progetto fino al 26-02-2021

Marco (nome di fantasia) ha 8 anni e lo scorso mese è stato allontanato dalla famiglia d’origine per decreto del Tribunale per i Minorenni. Qualche anno fa la mamma di Marco si è ammalata e nell’ultimo periodo le sue condizioni di salute si sono aggravate, obbligandola a trascorre più tempo in ospedale che a casa. Il papà rimasto da solo a gestire il lavoro, la casa, Marco e la malattia della mamma ha iniziato ad avere spesso attacchi di rabbia e aggressività che riversa sul bambino. Il caso di Marco è stato segnalato ai Servizi Sociali e il Tribunale ha ritenuto opportuno procedere mettendo in sicurezza Marco, allontanandolo da un papà sempre più pericoloso. Al momento del suo arrivo presso l’Associazione CAF sul corpo presenta evidenti lividi ed escoriazioni. Per ognuna delle cicatrici Marco inventa storie assurde, arricchite da elementi di fantasia che lo distaccano sempre di più dalla realtà. Non nomina mai i genitori e la tendenza a raccontare bugie a se stesso e agli altri prende il sopravvento su ogni cosa: mente a scuola, con gli amici e con gli educatori. Ai compagni le bugie di Marco non piacciono e sempre più spesso rimane a giocare da solo ritrovandosi ogni giorno più isolato ed escluso dal gruppo dei coetanei. Ora Marco vive nel contesto protetto della Comunità, ma per superare il disagio psicologico e relazionale causato dai maltrattamenti subiti ha bisogno di cure specialistiche adeguate. Dovrà incontrare settimanalmente uno psicoterapeuta esperto in età evolutiva, che lo accompagnerà in un percorso individuale pensato ad hoc in base al suo vissuto e alle sue esigenze. Tale sostegno è fondamentale per definire e attuare tutto quanto necessario al suo pieno recupero.

CONDIVIDI IL PROGETTO