FAQ

COS’E’ “DONA LA TUA ENERGIA”?

DONA LA TUA ENERGIA è una piattaforma concepita per raccogliere fondi senza chiedere del denaro al sostenitore.

COME FUNZIONA E COSA SIGNIFICA DONARE LA PROPRIA ENERGIA?

Questa iniziativa permette ai titolari del progetto di raccogliere fondi promuovendo al proprio sostenitore una consulenza gratuita di un Utility Manager (professionista nel settore delle utilities) attraverso la partnership con Switcho.it. Il sostenitore invierà le proprie bollette di luce e gas e Switcho.it offrirà una consulenza gratuita finalizzata ad una proposta di cambio fornitore con la garanzia che, il nuovo, produca energia unicamente tratta da fonti rinnovabili e un risparmio. In caso di adesione, FBC Italia condividerà il ricavato proveniente dalle commissioni per sostenere il progetto scelto dal sostenitore in fase iniziale.

UNA VOLTA INVIATE LE BOLLETTE HO QUALCHE OBBLIGO?

Assolutamente no. L’adesione alla proposta ricevuta da Switcho.it non è vincolante. E’ possibile quindi non aderire senza nessun vincolo.

CHE COSA COMPORTA IL CAMBIO DI FORNITORE DI ENERGIA E GAS?

Assolutamente nulla.
Il cambio fornitore non comporta dei costi.
Non esistono penali quando cambi fornitore (a differenza di quanto accade per la telefonia).
Non hai alcun vincolo contrattuale con l’attuale fornitore, quindi puoi mandare disdetta in qualsiasi momento se non sei soddisfatto del prezzo e/o del servizio.
Nessuna interruzione dei servizi di energia elettrica e di gas i quali non subiranno interruzioni durante il passaggio al nuovo fornitore.
Nessun intervento tecnico per modifica o cambio del contatore.
L'energia elettrica ed il gas forniti resteranno gli stessi. A cambiare infatti è la sola società di vendita e non la società distributrice, che rimarrà tale. Infatti se il tuo contatore è E-distribuzione, Acea, A2A ecc. si è comunque liberi di attivare l'utenza con il fornitore che si preferisce.

QUANTO TEMPO OCCORRE PER DONARE LA PROPRIA ENERGIA?

Il servizio è gratuito e con pochi minuti del tuo tempo potrai switchare e risparmiare sulle tue spese luce e gas:
1) caricherai la bolletta ed esprimerai le tue preferenze;
2) entro poche ore riceverai una mail con la stima di risparmio;
3) tra le tre offerte selezionate su misura per te, selezionerai quella che preferisci e procederemo all'attivazione del nuovo contratto (non dovrai compilare form)
4) contestualmente alla nuova attivazione, il vecchio fornitore sarà disattivato. Questo non comporterà alcun intervento da parte tua, nessuna penale e nessuna interruzione del servizio

CHI E' L’UTILITY MANAGER CHE ANALIZZERA’ I MIEI COSTI?

L’Utility Manager è una nuova figura professionale che abbiamo creato ispirandoci e prendendo come unico punto di riferimento i clienti, quindi tu, il consumatore.
Al centro del suo lavoro ci sono le persone, il loro bene, i loro interessi, i loro bisogni.
È un esperto nel settore della telefonia e dell’energia, in particolare della Green Energy.
La sua missione è quella di affiancare e tutelare il consumatore lungo tutto il percorso che faranno insieme nella scelta di un nuovo piano di fornitura. Spesso non viene data la giusta importanza alla componente relazionale instaurata tra professionisti e consumatori, per noi è alla base di tutto.
La soddisfazione più grande per un Utility Manager non deve essere quella di chiudere un contratto, quella deve essere una conseguenza, ma fare in modo che il proprio cliente sia grato per il servizio offerto.
Ecco perchè l’obiettivo principale dei nostri Utility Manager è sentire che il proprio cliente si fidi completamente di lui, che sia felice e soddisfatto. Questa fiducia può non essere immediata e non deve essere data per scontata. Il professionista supera l’ostacolo della diffidenza e si guadagna la stima dopo essersi impegnato a costruire e rafforzare il rapporto umano che secondo noi è alla base di ogni trattativa commerciale.
Questo è l’approccio di tutti i nostri collaboratori.
Ogni Utility Manager è inoltre regolarmente iscritto ad ASSIUM (Associazione Italiana Utility Manager), titolare di una certificazione ricevuta dopo aver sostenuto l’esame con l’ente certificatrice che lo abilita alla professione.

QUALE VANTAGGIO MI DARA’ LA CONSULENZA DI UN UTILITY MANAGER?

L’Utility Manager ha il compito di guidare il consumatore nel mercato delle utility (forniture di telefonia, energia elettrica, gas e acqua), una vera e propria giungla, intricata e piena di clausole, costi nascosti e linguaggi non sempre comprensibili immediatamente.
La conoscenza di queste clausole è però fondamentale, e con l’aiuto di un esperto si possono trasformare in preziose risorse.
Il vantaggio di avere una consulenza risiede nel fatto di comprendere appieno il mondo dell’energia, le sue regole e i modi per gestire al meglio le proprie forniture, anche in autonomia.

COSA SIGNIFICA RIFORNIRSI DI ENERGIA VERDE CERTIFICATA?

L’Utility Manager inoltre risponde ad una necessità che riguarda tutti in senso più ampio: la scelta della Green Energy, energia tratta da fonti rinnovabili.
Una fonte rinnovabile è tale quando il suo utilizzo avviene in un tempo paragonabile a quello necessario alla sua rigenerazione. Quindi inesauribile. Per questa ragione sono ritenute indispensabili per una crescita sostenibile.
Se scegliessimo tutti l’energia verde, ricavata 100% da fonti rinnovabili, non faremmo un favore solo a noi stessi, risparmiando sulle bollette, ma soprattutto faremmo un favore al nostro pianeta.
La Terra ha bisogno di noi, ha bisogno di sapere che stiamo facendo qualcosa per il suo bene, per salvaguardarla, che ci teniamo alla sua salute e di conseguenza alla nostra.
Se una persona sceglie di acquistare energia verde significa che l’energia consumata viene prodotta da fonti rinnovabili e viene certificata la provenienza da appositi certificati.
L’Utility Manager guiderà nella scelta di un’offerta di fornitura di energia rinnovabile.

COS’E’ IL MERCATO DI TUTELA E COSA SUCCEDE SE NON PASSO AL MERCATO LIBERO ENTRO LUGLIO 2020?

Il mercato di tutela è il regime tariffario stabilito dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA, ex AEEGSI). Le tariffe vengono decise dall’Autorità e cambiano ogni 3 mesi in base all’andamento dei prezzi di borsa.
Invece passare al mercato libero permette ad ognuno di essere libero di scegliere il prezzo e la tipologia di contratto preferita in base alle proprie esigenze.
A partire da luglio 2020 scomparirà definitivamente il Mercato di Maggior Tutela, e coloro che ne fanno parte saranno obbligati a scegliere un fornitore, sia per la luce che per il gas, tra quelli presenti nel mercato libero.
Per capire se sei ancora nel mercato di tutela basta guardare la fattura dove è specificato il mercato di appartenenza.

CHI PUO’ APRIRE UNA RACCOLTA FONDI?

Il servizio è accessibile:
• Alle persone fisiche maggiorenni
• Alle Associazioni, Onlus o Fondazioni regolarmente riconosciute
• Alle società

CHI PUO’ DONARE?

Chiunque, purchè sia maggiorenne, può aderire al servizio e donare la propria energia.

QUANTO COSTA APRIRE UNA RACCOLTA FONDI?

Il servizio è gratuito non ha alcun costo di attivazione.

IN CHE MODO SOSTENGO IL PROGETTO?

Per ogni utenza al servizio, la piattaforma donerà 10€ al progetto selezionato dall’utente.

QUANTE VOLTE POSSO DONARE?

Una volta aderito, non sarà possibile effettuare una ulteriore adesione entro i 12 mesi successivi.
Qualora una persona sia intestataria di uno o più contatori di luce e/o gas (per esempio seconde case, ecc..) potrà effettuare ulteriori donazioni. Potrà inoltre condividere il link con amici e parenti.
Si potrà effettuare una nuova adesione, per lo stesso POD o PDR, SOLO 12 mesi dopo aver siglato un nuovo contratto di fornitura.

QUALI SONO I TEMPI DI ATTIVAZIONE DI UNA RACCOLTA FONDI?

Dal momento in cui ci si iscrive si può iniziare a completare il proprio profilo e aprire una raccolta fondi che per il momento non può ancora ricevere contributi.
Nel frattempo si devono inviare i documenti richiesti per la procedura di validazione del profilo.
Una volta ricevuti i documenti passeranno al più 3 giorni lavorativi per la validazione del profilo. Se invece manca qualcosa verranno richiesti documenti mancanti o precisazioni via email.

CHE TI TIPO DI PROGETTI POSSO INSERIRE?

Effettuiamo diversi livelli di verifica sulle cause e in base ai risultati applichiamo diversi livelli di visibilità. Questo non va interpretato come un giudizio sull'importanza delle cause, ma risponde alla necessità di moderare la piattaforma con regole chiare e consentire ai contenuti di qualità di non essere messi in secondo piano da contenuti "off topic" o improvvisati.
Per fare chiarezza sui contenuti accettati abbiamo definito che è una buona causa se:
1. Crea valore sociale, aiuta qualcuno, consente di realizzare qualcosa di utile, promuove valori positivi;
2. E' propositiva e a favore di qualcosa. Non è mai contro, mai offensiva, mai violenta, mai denigratoria;
3. E' basata su un progetto concreto con un obiettivo chiaro e raggiungibile. Non è mai astratta, generica o utopica (per esempio "aiutiamo i poveri", "salviamo questo paese" o "sono disperato, ho bisogno di soldi");
4. E' promossa da un soggetto credibile rispetto all'obiettivo: per esempio un progetto di ricerca medica deve coinvolgere necessariamente un centro di ricerca;
5. Ha una comunicazione curata, chiara e trasparente nei soggetti coinvolti, nelle finalità e nelle modalità. Racconta una storia e non lo fa in maniera telegrafica o sgrammaticata;
6. Non fa riferimento a movimenti politici tout court e/o a ideologie estremiste e/o a idee che offendano il buon costume. In particolare sono da evitare riferimenti politici (loghi, sigle, slogan), finanziamento di campagne elettorali e di attività di propaganda politica;
7. Non è collegata, neanche indirettamente, ad attività con imprese e paesi che non rispettano i diritti umani; attività che generano sfruttamento di minori e soggetti deboli; attività di ricerca scientifica nel cui ambito vengano svolti esperimenti su soggetti deboli e non tutelati;
8. Rispetta la legge, il copyright e i basilari principi di correttezza e decenza contenuti in termini e condizioni.
Consigliamo di leggere con attenzione questi punti prima di aprire una causa e nel dubbio inviateci un'email spiegando le intenzioni

COSA SUCCEDE SE NON SI RAGGIUNGE L’OBIETTIVO?

La modalità della piattaforma è keep-it-all, ovvero i contributi vengono versati indipendentemente dal raggiungimento dell’obiettivo che è puramente indicativo. Pertanto ogni contributo sarà versato dal donatore direttamente sul conto indicato dall’amministratore della raccolta fondi e non è previsto rimborso al donatore in caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo.

HO CAMBIATO IDEA, POSSO RITIRARE LA MIA ADESIONE?

Esiste il Decreto Legislativo - n. 206 dell’anno 2005 - il cosiddetto "Codice del Consumo" e di una riforma al mercato dei servizi (luce) di cui al Decreto Legislativo n. 21 del 2014 unitamente a diverse direttive emanate dal legislatore Europeo. Il Codice del Consumo disciplina anche la possibilità di esercitare il proprio diritto a "ripensare" all’acquisto effettuato o al servizio prenotato ed annullarne il relativo contratto già stipulato e gli effetti giuridici che ne sorgerebbero: grazie a questo istituto giuridico il consumatore potrà restituire la merce ricevuta, oppure rifiutare il servizio prenotato, e ricevere così la restituzione di quanto eventualmente già corrisposto. Ecco spiegato, in sintesi, l’effetto dell’esercizio del diritto di ripensamento.
Non tutti gli acquisti però potranno essere oggetto di un ripensamento da parte dei loro acquirenti, come ad esempio quelli perfezionatisi all'interno dei locali commerciali del venditore. Tuttavia, per poterlo esercitare, bisognerà rispettare le seguenti indicazioni previste dalle norme:
• i beni/servizi dovranno essere stati acquistati o prenotati "al di fuori" dei locali commerciale adibiti a sede dell’attività del venditore/fornitore. Rientrano in tale tipologia quei contratti perfezionatisi tramite vendite su piattaforma informatica (navigando sul web, dal pc di casa), mediante comunicazione telefonica (quando si viene chiamati a casa da un call-center) oppure tramite proposta "a distanza" (offerta su modulo cartaceo, spedita per posta e controfirmata per accettazione dall’acquirente);
• il diritto va esercitato entro il termine di 14 giorni (lavorativi) dalla conclusione del contratto senza dover per ciò corrispondere alcuna somma a titolo di penale.

COSA SUCCEDE SE SI RAGGIUNGE IL TARGET DEL PROGETTO?

In questo caso il progetto verrà chiuso e sarà obbligo del titolare realizzarlo, dandone evidenza a tutti i sostenitori ed a FBC ITALIA

POSSO INSERIRE PIU’ DI UN PROGETTO?

Certamente, non ci sono limitazioni.

CI SONO SPESE PER CHI DECIDE DI SOSTENERE UN PROGETTO?

Assolutamente no.

IN CHE MODO RICEVO I CONTRIBUTI?

I contributi saranno versati direttamente sui conti da te indicati, senza intermediazione della nostra piattaforma e senza costi aggiuntivi. La modalità di ricezione (fattura, sponsorizzazione, donazione, ricevuta ecc..) dipenderà dal soggetto titolare del progetto.

A CHI MI RIVOLGO PER L’ASSISTENZA?

Per qualsiasi esigenza verrà messo a disposizione un indirizzo mail sulla pagina del progetto.

PER DONARE LA MIA ENERGIA CHE DOCUMENTI OCCORRONO?

Innanzitutto è richiesta la registrazione al sito, tramite apposito form. In questo caso verrà creato un account dove posso vedere i miei progetti, le mie bollette, le mie donazioni e tutte le attività da quando mi sono registrato.
Dopo basterà inviare, tramite apposito link, le proprie bollette, facendo la foto di tutte le pagine o facendo upload del file direttamente.

PERCHE’ PER DONARE OCCORRE UNA REGISTRAZIONE?

La registrazione di un utente è un meccanismo che offriamo per per garantire la trasparenza generale del servizio. In pratica consente di non abusare dell’identità altrui. Per registrarsi basta inserire i propri dati, nome e cognome, mail e cellulare.

PER FAR VALIDARE UN PROGETTO COSA OCCORRE?

Una volta inviataci la richiesta con una breve descrizione del progetto, occorrerà inviare:
• per le associazioni/enti/onlus è richiesta una copia dell’atto costitutivo dell’associazione (non è necessario lo statuto) oppure la procura (o in generale l’atto) che conferisca al referente la rappresentanza per conto dell’associazione. E’ inoltre richiesto un documento di identità del presidente dell’associazione oppure del rappresentante corrispondente alla procura;
• per le aziende è richiesta copia del certificato camerale e documento di identità del rappresentante legale.